Rocca dell'Isola Polvese

Il Castello è una fortificazione del XIII-XIV secolo, eretta a protezione della popolazione e dei religiosi Olivetani di San Secondo, situata lungo il versante sud dell'isola che, insieme alle altre due isole, la Maggiore e la Minore, occupa il bacino del Trasimeno.
La rocca fu sede del governatore del lago e, nel 1643, durante la Guerra Barberina ebbe un presidio militare al comando del capitano Martino Nini. Nel 1832 papa Gregorio XVI soppresse l'ordine degli Olivetani e i beni dell'isola passarono ai Camaldolesi che li vendettero al conte Vincenzo Pianciani di Spoleto il quale vi creò una riserva di caccia. I Pianciani vi organizzavano battute di caccia alle quali partecipava tutta la nobiltà umbra e romana.
Dell'antica costruzione oggi rimane la cinta muraria di forma pentagonale irregolare con una torre su ognuno dei cinque vertici. Fu costruito con blocchetti di calcare, arenaria e mattoni. Posto in pendio, presenta una pianta irregolarmente pentagonale con cinque torri collegate tra loro da un passaggio continuo sulla sommità delle mura; a metà del muro meridionale, parallelo alla riva del lago, fu inserita una sesta torre per proteggere la porta d'ingresso al castello.
Il mastio è rivolto verso la sommità dell'isola ed è in posizione dominante rispetto al resto della costruzione: di pianta ottagonale, è costruito con pietre lavorate, impreziosito nella parte superiore di beccatelli in cotto in buono stato di conservazione. La cinta muraria che parte dal mastio, forma un triangolo con la prima torre di destra e con quella di sinistra; probabilmente è la parte più antica del castello.
L'interno, che si presenta terrazzato, sembra mancare degli edifici destinati alla vita quotidiana. Certamente comunque il castello polvesano non è mai stato una residenza signorile ma luogo di rifugio e di difesa degli abitanti. 

Dal 1973 appartiene all'Amministrazione Provinciale di Perugia e nel 1974 è stata dichiarata Oasi di protezione faunistica. Oggi il castello è uno spazio polivalente adibito a manifestazioni culturali e a spettacoli.

 

Percorsi sui Colli del Trasimeno

Percorsi sui Colli del Trasimeno

Quando il viaggio si trasforma in voglia di restare

Leggi tutto
Esplora l'incanto della Strada dei Vini Etrusco-Romana

Esplora l'incanto della Strada dei Vini Etrusco-Romana

Dalla moderna sapienza lungo i filari della storia

Leggi tutto
I Sentieri del Sagrantino

I Sentieri del Sagrantino

Itinerari a piedi, in mountain bike, a cavallo o in auto lungo una delle Strade del Vino piu' belle da scoprire

Leggi tutto
Le Strade dei Vini in bicicletta

Le Strade dei Vini in bicicletta

Vino e bicicletta? A prima vista sembrano essere due elementi in antitesi, ma a ben guardare possono avere molte cose in comune e si sposano assai bene

Leggi tutto
webdesign RGB Multimedia